CHIA PUDDING


Il chia pudding ovvero il budino ai semi di chia , è un “dolce” al cucchiaio buono e salutare. Lo potete prepare al mattino per una colazione energica o al pomeriggio per un fresco e goloso spuntino.
Il chia pudding lo si può preparare sia con lo yogurt che con il latte vegetale. I tempi di riposo utili ai semi di chia sono relativamente brevi, a secondo dei gusti.
Per chi non conoscesse i benefici racchiusi in questi piccolissimi semini iniziamo col dire che sono ricchi di Calcio, ferro, potassio, vitamina C e di acidi grassi essenziali omega 3 e omega 6 perfettamente bilanciati. Ma andiamo alla ricetta 😉.

👉🏻 Cosa ti serve?

Ingredienti 📝

– 170/200 gr di yogurt di soia al naturale (o qualsiasi altro gusto preferiate) oppure 200 ml di latte vegetale

– 30 gr di semi di chia (3 cucchiai grandi rasi da tavola)
– 1 cucchiaio di sciroppo d’agave (facoltativo)

– cubetti di mango q.b

– 3 albicocche

– cereali da colazione (ad es. muesli, fiocchi d’avena, corn flakes, cereali soffiati ecc…)

– granella di pistacchi di bronte q.b

🍴Preparazione

  1. In un bicchiere o in un ciotola versate prima i semi e poi lo yogurt.Mescolate bene più volte con un cucchiaio o con un cucchiaino.
  2. Lasciate riposare il budino di semi di chia in frigo almeno per 10-15 minuti circa prima di servirlo.
  3. La consistenza sarà più cremosa se lo lascerete riposare in frigorifero per più tempo. Durante il tempo di riposo della vostra preparazione i semi di chia doneranno allo yogurt una consistenza cremosa, che ricorda un budino. A seconda di quando tempo lo lasciate riposare, se dovesse risultare “troppo cremoso e compatto” per i vostri gusti, niente paura, basta diluirlo con qualche millimetro di latte vegetale e mescolare.
  4. Decorate e dolcificate a piacere. Io ho dolcificato con un cucchiaio di sciroppo d’agave, a cui ho aggiunto poi mango a cubetti, albicocche, cereali all’avena misti croccanti e dolci con bacche di goji (ma voi potete mettere qualsiasi cereale). Infine ho spolverato con granella di pistacchi di bronte.

📒 Note
– Questo budino grazie al sapore neutro dei semi di chia può essere preparato con qualsiasi gusto o topping, quindi se volete una versione più golosa da accostare o meno alla frutta potete arricchirlo con del cioccolato, cocco, nocciole, mandorle ecc.. oppure farne una versione ghiotta preparandolo con del latte vegetale al cioccolato; insomma date spazio alla vostra creatività culinaria ☺️.
– 🌱The HappyRabbit🐰 –

Annunci

PIZZA SEMPLICE DI QUINOA TRICOLORE SENZA GLUTINE

Ebbene si, questa pizza l’ho denominata semplice perché effettivamente lo è visto che non bisogna impastarla, aspettare ore di riposo per la lievitazione ecc… Si potrebbe dire anche che sia “salutista” visto che è ricca di proteine e di carboidrati buoni. Una sana alternativa, secondo me, anche per chi sta seguendo un regime ipocalorico e non vuole rinunciare al gusto della pizza. Era da molto tempo che volevo realizzarla poiché mi era stata passata la ricetta da una coetanea inglese celiaca, che mi diceva che aveva trovato questa versione della pizza molto più buona della versione classica. A mio avviso è squisita, penso la rifarò molto più spesso rispetto alla classica, però è doveroso dire che ha un gusto particolare quindi chi non ha mai mangiato la quinoa potrebbe trovarla insolita ma non preoccupatevi, i condimenti giusti sapranno conquistare tutti i commensali. Provatela!

👉🏻 Cosa ti serve?

INGREDIENTI PER LA BASE 📝

– 200 gr quinoa tricolore

– 50 ml acqua minerale

– 2-3 cucchiai di olio evo

– il succo di mezzo limone 🍋

– ½ cucchiaino di sale

– un punta di lievito istantaneo per pizza o bicarbonato

– un pizzico di pepe nero e curcuma

PER FARCIRE

– salsa di pomodoro cruda 🍅 condita (con sale, pepe, olio evo e origano)

– rucola

– melanzane 🍆 grigliate e poi marinate con aglio,olio evo e origano

– mozzarisella (o altro formaggio vegetale)

– pomodori secchi

STRUMENTI PER LA PREPARAZIONE

– frullatore ad immersione

– teglia da 23,5 o 25 max

🍴 Preparazione

1. Sciacquate la quinoa, e mettetela in ammollo in abbondante acqua fredda con il succo di mezzo limone per 8-10 ore o per una notte.

2. Dopo l’ammollo sciacquate nuovamente la quinoa, scolatela e versatela in un boccale alto e largo insieme ai 50 m di acqua, il sale, la curcuma, il pepe, il lievito e l’olio e frullate fino ad ottenere un composto liscio ma non liquido. Ci vorranno circa 5-7 minuti con il frullatore ad immersione quindi non scoraggiatevi se notate che all’inizio non ottenete un composto cremoso.

3. Foderate di carta forno una teglia del diametro di 23,5 cm, ungetela e versate il composto di quinoa. Infornate in forno ventilato a 200°C per 20 minuti,

4. Trascorso il tempo, sfornate la pizza, girate la base di quinoa in modo da avere il fondo rivolto verso l’alto e conditela con la salsa di pomodoro, la rucola, le melanzane, la mozzarisella e i pomodori secchi. Aggiustate di sale e pepe se lo desiderate.

5. Proseguite la cottura per altri 10-15 minuti circa.

6. Gustatevi ora la vostra pizza .

📒 Note

– Se volete gustare la pizza per cena vi consiglio di mettere la quinoa in ammollo la mattina presto tra le 07:00/8:00 am.

– Per questa ricetta ho usato la Quinoa Tricolore ma se non la trovate potete usare un’altra tipologia, vi consiglio la Quinoa Reale.

– Se non avete il frullatore ad immersione va bene un classico frullatore o tritatutto.

– Per i condimenti potete spaziare a seconda dei vostri gusti o fantasia se volete sostituire quelli della ricetta.

– 🌱The Happy Rabbit🐰 –

PIADINA VEGAN

Piadina vegana integrale farcita con maionese di riso, rucola, affettato vegetale di lupino e funghetti sott’olio

Eccomi di nuova tornata a scrivere ✍🏻 nel blog dopo un periodo di assenza. Pronta e carica come sempre 😁💪🏻 oggi vi propongo questa fantastica (perché lo è davvero credetemi) ricetta, migliorata con il tempo, della piadina vegana fatta in casa. Qualche annetto fa ho provato diverse volte a ricreare una ricetta buona dal punto di vista della fragranza ma al contempo anche della morbidezza ma alla fine non era soddisfatta. Nell’ultimo periodo ho apportato alcune modifiche alla ricetta e voilà, un successone. Provatela!

👉🏻 Cosa ti serve?

Ingredienti 📝

Per 10- 12 piadine

– 210 gr farina di grano tenero Maiorca

– 200 gr farina di farro integrale

– 90 gr semola di grano duro Russello

– 30 gr olio evo

– 200 gr latte d’avena o miglio

– 50 gr di acqua minerale

– 6-7 gr sale

– un pizzico di bicarbonato

– un pizzico di curcuma

🍴 Preparazione

1. Mettete nel boccale del Bimby il latte vegetale, l’acqua e l’olio, e fate andare per 1:30 min 37°C vel 1;

2. Aggiungete le farine,il bicarbonato e il sale e lavorare 2 min vel spiga;

3. Prendete l’impasto e dividetelo in 10-12 palline;

4. Lasciate riposare per circa 30 minuti e poi stendete il più sottile possibile, aiutandovi col matterello.

5. Se volete ottenere una forma ovale “perfetta” per la vostra piadina, aiutatevi con un piatto piano da portata che appoggerete sulla piadina una volta stesa; con l’aiuto di un taglia pizza andate invece a tagliare i bordi in eccesso. Non buttate i ritagli di pasta ma raccoglieteli e formate un’altra pallina che andrete poi successivamente a stendere.

6. Sistemate le piadine stese in un vassoio ricoperto da un foglio di carta oleosa, disponendole una sopra l’altra con in mezzo sempre un foglio di carta forno per non farle appiccicare. Avvolgete il vassoio con della pellicola trasparente in modo tale da non far seccare le piadine. Non è necessario riporle in frigo.

7. Quando sarete pronti per la cottura, scaldate una padella antiaderente e cuocete la piadina da ambo le parti, avendo cura di sgonfiare le eventuali bolle che si formeranno;

8. Farcire a piacimento.

Piadina vegana integrale farcita con maionese di riso, rucola, affettato vegetale di lupino e pomodori secchi 

📒 Note

– Questa ricetta è realizzabile anche con un mix per pane senza glutine.

– È possibile sostituire le farine con quelle che più vi aggradano; io consiglio sempre la farina di farro o la farina di grano tenero tipo 1 in mancanza delle farine derivanti da grani antichi.

– Chi non possiede il Bimby può impastare tutto “a mano”. Basta riscaldare i liquidi (latte,olio e acqua) in un pentolino avendo cura di non farli bollire poiché devono essere solo intiepiditi. Successivamente aggiungere quest’ultimi lentamente agli ingredienti secchi. Impastare per circa 5 minuti.

– 🌱The Happy Rabbit 🐰 –

TAGLIATELLE CON ZUCCA FUNGHI E PANNA SENZA GLUTINE

Un primo piatto autunnale semplice e gustoso che concilia la dolcezza della zucca con l’intensità dei funghi.

È adatto a chi non può assumere il glutine nella propria alimentazione. Se come me, amate la zucca che in questo periodo è di stagione, allora non vi resta che provare.

👉🏻 Cosa ti serve?

Ingredienti 📝

– tagliatelle di mais senza glutine

– 500 gr di zucca pulita e tagliata a cubetti

– 400 gr circa Funghi champignon surgelati o freschi

– panna vegetale di riso (per cucinare)

– 2 spicchi d’aglio piccoli

– rosmarino fresco q.b

– prezzemolo fresco q.b

– 1 dado vegetale

– sale e pepe nero q.b

– misticanza di fiori (aromi misti facoltativi)

– olio evo q.b

– PARMIGIANO DI MANDORLE 🌱VEGAN
🍴
zucca eliminando buccia e semi. Ricavatene 500gr e tagliatela a cubetti.

2. Per quanto riguarda i funghi, pulite anch’essi eliminando la parte più terrosa del gambo, sciacquateli molto velocemente sotto un getto di acqua fredda e asciugateli rapidamente in modo che non assorbano acqua. Tagliate poi i funghi a fettine sottili. Se usate quelli surgelati potete saltare questo passaggio.

3. In una padella larga o in wok, fate un soffritto con olio evo, aglio e rosmarino fresco tritati. Mescolate qualche istante, poi unite la zucca tagliata a cubetti con il dado e cuocete per circa 10 minuti con coperchio a fuoco medio, mescolando spesso. Se necessario aggiungere un filo d’acqua ma solitamente non è necessario poiché la zucca rilascia abbastanza in cottura. A questo punto aggiungete anche i funghi mescolando sempre di tanto in tanto.

4. Quando il condimento sarà morbido e cotto, aggiustatelo di sale e pepe nero e se lo desiderate aggiungete anche una spolverata di misticanza di fiori. Infine unite un po’ di panna di riso mescolando il tutto giusto un minuto.

5. Prendete le tagliatelle e cuocetele in acqua bollente per circa 12 minuti, finché non saranno al dente, e scolatele. Dopo di che versatele sulla padella e amalgamate bene tutti gli ingredienti.

6. Servite le tagliatelle con una spolverata di parmigiano di mandorle e qualche ciuffetto di prezzemolo fresco.

📒 Note

– Questo piatto è realizzabile anche in versione glutinata con delle tagliatelle di semola o di farro integrali.

– Per chi non conosce la “Misticanza di Fiori” allego qui sotto foto. Ho trovato questo mix di aromi (che poi io ho tritato nel bimby), al Naturasì e me ne sono innamorata, dona ai vostri piatti un gusto eccezionale, provare per credere. Sul tofu e le patate è qualcosa di fenomenale.

È a base di sale marino, aglio, rosa damascena, origano, basilico, aglio selvatico, rosmarino, timo, calendula, fiordaliso.

– 🌱The Happy Rabbit🐰 –

GRANITA AL CAFFÈ ☕️ 


La granita, si proprio lei, il “dolce” freddo al cucchiaio più gustato nelle stagioni calde. Adesso siamo a settembre è vero, ma la granita qui in Sicilia (sopratutto quella al caffè) è sempre ben apprezzata anche perché qui da me l’estate continuerà ancora per un bel po’. Nella zona del messinese, la granita al caffè è una delle piu’ richieste ed è perfetta se accompagnata con della panna montata e servita con la famosa brioche con il tuppo. Dalle mie parti non ci sono bar o pasticcerie vegan quindi è quasi impossibile gustare una granita che possa essere accompagnata sia dalla panna di soia che dalla brioche vegan. Per porre rimedio a ciò vi mostrerò quanto è facile è veloce gustarsi una deliosa colazione anche anche a casa propria.

👉🏻 Cosa ti serve?

Ingredienti 📝

– 400 gr circa caffè (lungo) della macchinetta

– 150 gr zucchero di canna integrale o di cocco
– 300 gr circa acqua minerale

– cubetti di ghiaccio q.b

– panna di soia montata

Per la brioche: BRIOCHE CON IL TUPPO SICILIANE VEGAN Vers. 2.0

🍴 Preparazione

1. Preparate il caffè, dolcificatelo e versartelo in un contenitore basso e largo. Adesso congelatelo per almeno 12h .

2. Per preparare la granita al caffè vi basterà dividere il composto congelato in pezzi e tritarli con il Bimby aggiungendo acqua e ghiaccio q.b .

3. Impostate prima velocità 8 per 15 secondi e poi altri 20 secondi a velocità 6, spatolando ogni tanto.

4. Servite la granita al caffè con della panna montata di soia e una brioche con il tuppo.

Granita al caffè ☕️🍧

📒 Note

– Per chi non possiede il bimby può tranquillamente utilizzare un frullatore potente.

– Per chi è intollerante o celiaco può sostituire la brioche con il tuppo da ricetta con un altra brioche classica da colazione senza glutine oppure se avete la fortuna (come me) di avere un laboratorio di pasticceria rigorosamente certificato gluten free chiedete se possono realizzare tale dolce in chiave vegan .

– 🌱The Happy Rabbit🐰 –

SUCCO DI ALBICOCCHE CON BANANA 🍌, PESCA 🍑, CETRIOLO 🥒 E ZENZERO

Le albicocche sono fortemente antiossidanti, stimolano la produzione di melanina (sostanza che protegge la pelle), ricche di vitamina C, betacarotene e vitamina E. Sono remineralizzanti utili in caso di spossatezza, ma non solo, favoriscono il transito intestinale grazie alle fibre contenute.

Le banane sono ricche di ricca di vitamina A, vitamina B1, vitamina B2, vitamina C, vitamina PP e, seppur in misura minore, di vitamina E, di sali minerali (calcio, fosforo, ferro e potassio) e di carboidrati; hanno proprietà nutrienti, ri-mineralizzanti e stimolanti per la pelle. Aiutano a contrastare l’anemia, prevengono osteoporosi e debolezza legata all’invecchiamento, possono prevenire malattie cardiovascolari, ai reni e agli occhi . Ottime per la perdita di peso e durante i dolori mestruali in quanto contribuiscono a facilitare l’espulsione di estrogeni.

Le pesche hanno proprietà drenanti e disintossicanti, sono dei frutti estivi ricchi di acqua, vitamine e antiossidanti.

Il cetriolo è molto ricco di acqua e, quindi, aiuta la diuresi, grazie alle sue proprietà depurative e antinfiammatorie.

Infine lo zenzero: accelera il metabolismo, riduce il senso di fame, abbassa il colesterolo, è antiemetico (aiuta in causa di nausea e vomito), cura il mal di gola, favorisce il processo digestivo e funge anche da antinfiammatorio.

👉🏻 Cosa ti serve?

Ingredienti 📝

– Albicocche q.b

– 1 banana 🍌

– 2 cetrioli

– 1 pesca

– 2 fette di zenzero

🍴 Preparazione

1. Lavate e mondate le albicocche (togliendo il nocciolo), i cetrioli 🥒 e la pesca 🍑. Sbucciate anche la banana 🍌.

2. Tagliate a tocchetti la frutta, i cetrioli e lo zenzero in modo tale da poter essere inseriti con facilità.

3. Azionate il vostro estrattore e a poco a poco, inserite prima la banana, seguita dalle albicocche, dalla pesca, dai cetrioli e infine aggiungete lo zenzero.

4. Non appena pronto, se desiderate, potete anche aggiungere dei cubetti di ghiaccio sul momento.

5. Il vostro succo è pronto 🍹!

📒 Note

– La banana una volta inserita nell’estrattore verrà estratta come polpa non come succo quindi ogni volta che preparate un succo che la contiene ricordatevi di inserirla per prima tra gli ingredienti in modo tale da estrarla dal beccuccio che solitamente ha la funzione di scarto.

– Se non avete i cetrioli 🥒 in casa potete aggiungere del melone 🍈 .

– Abbiate cura di lavare bene frutta, verdura, tuberi e radici poiché andranno inserite con tutta la buccia. Non si butta “niente” per realizzazione di un succo. Io di solito uso il bicarbonato, ne aggiungo un cucchiaio per litro di acqua. Lascio in immersione frutta e verdura per 15 minuti. Risciacquate sempre molto bene e, se occorre, spazzolatela – e asciugatela.

– Consiglio di preparare il succo la mattina e berlo entro fine giornata (max 13-14h) sennò perde ogni beneficio e il sapore si altera.

 

– 🌱The Happy Rabbit🐰 –

GRANITA ALLA CILIEGIA 🍒 🍧

Come già detto nei post precedenti la colazione per eccellenza in Sicilia, è rappresentata da lei, la GRANITA, dolce freddo al cucchiaio, tipico della mia terra.

Questa volta vi propongo la versione alla ciliegia 🍒 , dal gusto deciso ma allo stesso tempo delicato.

Come sempre la granita è accompagnata dall’immancabile “brioscia cu tuppo” (brioche col tuppo).

👉🏻 Cosa ti serve?

Ingredienti 📝

– Ciliegie denocciolate (precedentemente surgelate)

– 3 cucchiai di zucchero di canna integrale o di cocco

– 200/300 gr di ghiaccio

– acqua minerale naturale ben fredda q.b

Per la brioche:

🍴Preparazione

1. Almeno una notte prima prendete le vostre ciliegie (precedentemente lavate,mondate e denocciolate ), ponetele in sacchetto da freezer delle dimensioni 18 x 24 cm e surgelate.

2. Il mattino seguente togliete la frutta almeno 15-30 minuti prima della preparazione della granita riponendola a temperatura ambiente.

3. Prepariamo la granita : Inserire lo zucchero di canna nel bimby (o in qualsiasi potente frullatore) e polverizzatelo per 30 secondi a velocità turbo.

4. Aggiungete tutti gli altri ingredienti (frutta surgelata, ghiaccio, e poca acqua fredda ) lavorando per circa 3/5 minuti partendo da velocità cinque fino a velocità turbo. Aggiungete l’acqua in base alla consistenza che vorrete ottenere, senza superare i 500 ml di acqua.

5. Servite immediatamente la vostra granita fresca magari accompagnata con un bel ciuffo di panna montata di soia, con pezzetti di frutta, scagliette di cocco o cioccolato (in base anche al gusto di base) o granella di frutta secca.


📒Note

– Tradizionalmente i passaggi 1 e 2 potrebbero essere saltati poiché la granita viene preparata con frutta fresca e tanto ghiaccio almeno 600/800 gr su 500 gr di frutta fresca. Io preferisco surgelare la frutta per questioni di comodità e per risparmiare tempo quando ho voglia di una bella granita fatta in casa, ma ovviamente se avete della bella frutta fresca di stagione sotto le mani non perdete tempo e provate anche voi a gustarvi questo gustoso e rinfrescante dolce estivo.

– Ho notato che preparare la granita con frutta surgelata, la renda molto più vellutata e non granulosa, come molti pensano che dovrebbe essere quest’ultima. Questo sì ha dal fatto che la frutta surgelata “compensa” la presenza di “poco” ghiaccio presente nella ricetta. In questo modo risulta perfettamente mantecata e delicata al palato.

– La tradizione vuole che la si gusti immancabilmente con la classica e tradizionale “brioche col tuppo” e per chi lo desidera con l’aggiunta di panna montata.

– 🌱The Happy Rabbit🐰 –