PIZZA SEMPLICE DI QUINOA TRICOLORE SENZA GLUTINE

Ebbene si, questa pizza l’ho denominata semplice perché effettivamente lo è visto che non bisogna impastarla, aspettare ore di riposo per la lievitazione ecc… Si potrebbe dire anche che sia “salutista” visto che è ricca di proteine e di carboidrati buoni. Una sana alternativa, secondo me, anche per chi sta seguendo un regime ipocalorico e non vuole rinunciare al gusto della pizza. Era da molto tempo che volevo realizzarla poiché mi era stata passata la ricetta da una coetanea inglese celiaca, che mi diceva che aveva trovato questa versione della pizza molto più buona della versione classica. A mio avviso è squisita, penso la rifarò molto più spesso rispetto alla classica, però è doveroso dire che ha un gusto particolare quindi chi non ha mai mangiato la quinoa potrebbe trovarla insolita ma non preoccupatevi, i condimenti giusti sapranno conquistare tutti i commensali. Provatela!

👉🏻 Cosa ti serve?

INGREDIENTI PER LA BASE 📝

– 200 gr quinoa tricolore

– 50 ml acqua minerale

– 2-3 cucchiai di olio evo

– il succo di mezzo limone 🍋

– ½ cucchiaino di sale

– un punta di lievito istantaneo per pizza o bicarbonato

– un pizzico di pepe nero e curcuma

PER FARCIRE

– salsa di pomodoro cruda 🍅 condita (con sale, pepe, olio evo e origano)

– rucola

– melanzane 🍆 grigliate e poi marinate con aglio,olio evo e origano

– mozzarisella (o altro formaggio vegetale)

– pomodori secchi

STRUMENTI PER LA PREPARAZIONE

– frullatore ad immersione

– teglia da 23,5 o 25 max

🍴 Preparazione

1. Sciacquate la quinoa, e mettetela in ammollo in abbondante acqua fredda con il succo di mezzo limone per 8-10 ore o per una notte.

2. Dopo l’ammollo sciacquate nuovamente la quinoa, scolatela e versatela in un boccale alto e largo insieme ai 50 m di acqua, il sale, la curcuma, il pepe, il lievito e l’olio e frullate fino ad ottenere un composto liscio ma non liquido. Ci vorranno circa 5-7 minuti con il frullatore ad immersione quindi non scoraggiatevi se notate che all’inizio non ottenete un composto cremoso.

3. Foderate di carta forno una teglia del diametro di 23,5 cm, ungetela e versate il composto di quinoa. Infornate in forno ventilato a 200°C per 20 minuti,

4. Trascorso il tempo, sfornate la pizza, girate la base di quinoa in modo da avere il fondo rivolto verso l’alto e conditela con la salsa di pomodoro, la rucola, le melanzane, la mozzarisella e i pomodori secchi. Aggiustate di sale e pepe se lo desiderate.

5. Proseguite la cottura per altri 10-15 minuti circa.

6. Gustatevi ora la vostra pizza .

📒 Note

– Se volete gustare la pizza per cena vi consiglio di mettere la quinoa in ammollo la mattina presto tra le 07:00/8:00 am.

– Per questa ricetta ho usato la Quinoa Tricolore ma se non la trovate potete usare un’altra tipologia, vi consiglio la Quinoa Reale.

– Se non avete il frullatore ad immersione va bene un classico frullatore o tritatutto.

– Per i condimenti potete spaziare a seconda dei vostri gusti o fantasia se volete sostituire quelli della ricetta.

– 🌱The Happy Rabbit🐰 –

Annunci

FOCACCIA 🍕 TRADIZIONALE MESSINESE CON FARINE DI GRANI ANTICHI

13932880_1098391646865408_2322299880667368884_n

Come accennato in un post passato, per la realizzazione di questa tradizionale focaccia siciliana, mi sono dovuta cimentare con un grande abile maestro del mestiere ovvero mio padre. In tutto questo, dovendo seguire la sua ricetta “famosa” e tramandata, è partita in atto una sfida, padre onnivoro contro figlia vegana …

Chi ha vinto? Beh, ovviamente l’allieva 🙋.
Ma andiamo alla ricetta 😊👇.

👉 Cosa ti serve?

Ingredienti 📝

Per l’impasto:

– 100 gr farina di farro integrale

– 700 gr farina di farro bianco

– 200 gr semola di grano duro Timilia (grano antico siciliano)

– 20 gr zucchero di canna

– 60 gr olio evo

– 15 gr sale rosa

– 30 gr lievito di birra

– 588 gr acqua minerale naturale

Condimenti:

– Un cespo di scarola (invidia)

– pomodori tagliati a fette q.b

– mozzarisella (mozzarella di riso) q.b

– origano q.b

– sale rosa q.b

– pepe bianco q.b

– olio evo q.b

– coriandolo q.b (facoltativo)

– parmigiano veg di mandorle auto prodotto

🍴 Preparazione

1. Iniziamo con il disporre le farine a fontana, aggiungendo nel centro lo zucchero di canna, l’olio evo, il sale e sbriciolate all’interno il lievito di birra.

2. Lentamente aggiungere poca acqua per volta, in modo tale da sciogliere il lievito e amalgamate il tutto con una forchetta facendo attenzione a non far fuoriuscire quest’ultima.

3. Cominciare a lavorare l’impasto e appena otterrete un impasto omogeneo (deve essere appiccicoso) aggiungete la restante acqua sempre lentamente in modo tale che possa essere tutta assorbita.

4. Continuate a lavorare con le mani portando poco a poco al centro le farine restanti, finché non si è formato un impasto morbido, liscio ed elastico.

5. L’impasto deve essere molto elastico, non duro. Non preoccupatevi se risulterà leggermente appiccicoso. 13912728_1098392410198665_914682044191830496_n.jpg

6. Con le mani unte di olio, ponete il panetto d’impasto su una teglia con carta da forno oleata e lasciate lievitare in forno spento per 60/90 minuti circa.

13886887_1098392206865352_1526798347971031663_n.jpg

7. Per ottenere una focaccia non troppo alta e croccante consiglio di dividere l’impasto in tre panetti.

13938603_1098392030198703_5498367686326781098_n.jpg

8. Stendere con i polpastrelli della dita unti di olio evo l’impasto, allo spessore desiderato. Condire la base con delle fette di mozzarisella, seguite dalla scarola e dalle fette di pomodoro. Finite con l’aggiunta di aromi, olio evo, sale e spezie. Riposo per 30/45minuti.

13934616_1098391936865379_4380614327772129016_n

9. Preriscaldate il forno in modalità ventilata/statica a 220 gradi o se il vostro forno è di ultima generazione, impostatelo in modalità pizza. Cuocete per 35/45 minuti (dipende dal forno).

10. Circa 5/10 minuti prima della fase finale di cottura, estraete la teglia dal forno e disponete in superficie altre fette di mozzarisella. Rimettere in forno e completate la cottura.

13932880_1098391860198720_1440372352731527131_n.jpg

13903245_1098392126865360_7246513456012659588_n.jpg

📒 Note

– Per la mozzarella di riso se avete tempo potete anche realizzare la mia mozzarisella con latte di riso auto prodotto (ricetta nei post precedenti) oppure produrne una voi, ne esistono diverse versioni vegetali e presto ve ne mostrerò anch’io qualcun’altra 😉.

– Per il parmigiano Veg di mandorle: vi basterà tostare delle mandorle con del sale rosa, dopo aggiungere del lievito alimentare in fiocchi e tritare il tutto finemente in frullatore. Se desiderate potete lasciarlo anche più “granuloso” come ho fatto io per la focaccia.

– Se avete poco tempo e volete realizzare l’impasto della focaccia nel Bimby ecco il procedimento: Inserire nel boccale circa metà dell’acqua che ci occorrerà per la preparazione, il lievito e lo zucchero di canna e impostate 1.30 min, 37 gradi vel 3. Aggiungete le farine e andate a vel 4 per 50 secondi. Azionate la vel. spiga per 5 minuti circa e intanto versate poco per volta a più riprese la restante acqua e l’olio nell’impasto, lasciando che si assorba prima di aggiungerne altro. Poco prima dello scadere dei 5 minuti aggiungete il sale rosa. Prelevare l’Impasto dal boccale e continuare dal punto 6 in poi.

🌱The Happy Rabbit🐰