MEDAGLIONI DI SPINACI E CECI CON PARMIGIANO VEGAN

Processed with MOLDIV

Dorati e croccanti grazie alla panatura di mais, queste “spinacine” (così soprannominate) hanno un delizioso ripieno di spinaci, ceci, spezie, erbe 🌿 aromatiche e parmigiano di mandorle. Ottimi per un secondo veloce e proteico. Delizieranno grandi e piccini.

👉🏻 Cosa ti serve?

Ingredienti 📝

– 500 g ceci lessati

– 250 g spinaci

– curcuma e coriandolo q.b

– erbe 🌿 aromatiche q.b

PARMIGIANO DI MANDORLE 🌱VEGAN q.b

– prezzemolo q.b

– sale rosa e olio evo q.b

– farina di ceci q.b

– pan grattato senza glutine q.b

Per la pastella 📝

– farina di ceci + acqua q.b

Per la panatura 📝

– farina di mais tostata per impanatura (o bramata) + poco pangrattato senza glutine q.b (facoltativo)

🍴 Preparazione

1. Lavate e mondate gli spinaci freschi. Riscaldate in una padella un filo d’olio evo con uno spicchio d’aglio, versate gli spinaci, mescolate e fate cuocere a vapore con il coperchio per cinque minuti circa. Una una volta cotti fateli raffreddare e assicuratevi che siano ben asciutti prima di impiegarli.

2. Iniziamo con la preparazione dei medaglioni: inserite nel bimby o in un potente frullatore i ceci precedentemente lessati e ben scolati, gli spinaci, le spezie, le erbe aromatiche, il parmigiano di mandorle, il prezzemolo e il sale.

Processed with MOLDIV

3. Azionate il robot e frullate il tutto finché non otterrete una sorta di “crema” granulosa.

4. Versare il composto in una ciotola a cui aggiungerete farina di ceci e pan grattato senza glutine quanto basta e mescolate bene con un cucchiaio fino ad amalgamare il composto. Dovrete ottenere una “palla” compatta.

Processed with MOLDIV

5. Fate riposare in frigo per circa 30/45 minuti.

6. Poco prima di preparare i medaglioni realizzate la pastella di acqua e farina di ceci in cui andrete ad bagnarli.

7. Tirate ora fuori dal frigo il composto.

8. Ungetevi le mani con olio evo o semplicemente inumiditele con acqua e iniziate a formare i vostri medaglioni prelevando una piccola parte di impasto alla volta (100 g circa) che poi andrete a lavorare con le mani schiacciandolo, come se doveste realizzare una sorta di “cotoletta”.

Processed with MOLDIV

9. Bagnate i medaglioni nella pastella di acqua e farina di ceci e successivamente impanateli nella farina di mais mischiata a poco pangrattato senza glutine.

10. I vostri medaglioni sono pronti. Fateli riposare in frigo una mezz’ora prima di cuocerli in padella con una spruzzata di olio di semi.

Processed with MOLDIV

📒 Note

– Se non avete necessità di sospendere il glutine potete usare il pangrattato classico. Io sono solita a farlo da me in casa con l’aiuto del bimby, usando del pane integrale essiccato prodotto con farine di grani antichi siciliani.

– 🌱The Happy Rabbit🐰 –

 

Annunci

BURGER DI 🍔 BARBABIETOLA E SPINACI AI FAGIOLI BORLOTTI

Volete gustare un burger 🍔 sfizioso, salutare e gluten free?

Eccolo!!! Con questa ricetta, veloce, otterrete parecchi burger, io faccio sempre una bella scorta in modo da poterli surgelare. 

Per chi come me non ha sempre molto tempo di cucinare causa università, lavoro o impegni vari questi burger vi torneranno utili. Provateli con varie salsine o con un’ ottima crema di avocado. Successo garantito ✌ 😋.
Consigli su come gustarli nelle note 📒.

2016-02-27 11.13.17.jpg

👉 Cosa ti serve?

Ingredienti 📝

– 3 boccette di fagioli borlotti bio

– 1 barbabietola precotta (confenzione sottovuoto)

– spinaci già cotti q.b

– 4/5 cucchiai di farina di ceci

– mix semi (zucca,girasole,lino,sesamo) q.b

– fiocchi di grano saraceno o di avena (facoltativi) q.b

– sale rosa, olio evo, e spezie q.b

🍴 Preparazione

1. Versate nel bimby o in un robot da cucina la barbabietola, i fagioli borlotti ben scolati e gli spinaci.

2. Frullate pochi secondi fino ad ottenere un composto liscio che presenterà comunque dei piccoli pezzetti.

3. Versate il tutto in una ciotola aggiungendo la farina di ceci, i semi ed eventualmente i fiocchi di grano saraceno o d’avena. Amalgamate fino ad ottenere un composto morbido e compatto.

4. Con le mani leggermente inumidite formate dei burger o delle polpette del peso di 100gr circa ciascuno.

5. Fateli riposare qualche ora in frigo prima di cuocerli.

6. Potete cuocerli in una padella antiaderente con filo d’olio o in forno preriscaldato a 180° per circa 20 minuti.

2016-02-27 11.17.52.jpg

📒 Note

– I fiocchi di grano saraceno o d’avena sono facoltativi (ad esempio io non li uso sempre per questa preparazione)

– Come accompagnamento ai burger vi suggerisco una crema di avocado.
Deliziosa ve lo garantisco 😋😎👍.

– Due possibili abbinamenti per un goloso panino:
*Panino di farro🍔  https://thehappyrabbit04.wordpress.com/2015/11/10/panini-%f0%9f%8d%9eintegrali-con-farina-di-farro-timilia-e-grano-saraceno/  (o panino senza glutine) + crema di avocado + pomodori secchi + burger;
* Panino di farro🍔  https://thehappyrabbit04.wordpress.com/2015/11/10/panini-%f0%9f%8d%9eintegrali-con-farina-di-farro-timilia-e-grano-saraceno/  (o panino senza glutine) + maionese di riso + olive nere + foglia di lattuga;

*ricetta nei post precedenti

🌱The Happy Rabbit🐰

FALAFEL DI FAVE AL FORNO

I falafel sono una pietanza mediorientale e consistono in polpette speziate e fritte a base di legumi – tra cui i più utilizzati sono ceci, fave e fagioli – 

La sua versione più antica probabilmente conteneva fave macinate, pressate in palle o dischi, e fritte. I ceci le hanno rimpiazzate quando la ricetta si è diffusa in tutta la cucina levantina. I falafel hanno origini antichissime, alcuni storici ipotizzano addirittura che venisse preparato un impasto simile già dagli antichi egizi. Oggi sono spesso venduti come street food, e normalmente si usano per farcire le pite (o piadine in rivisitazione europea) insieme a hummus, tahini, yogurt, pomodoro e melanzane grigliate. Quella che vi propongo io è una ricetta antica, passatami da una conoscente israeliana a cui ho apportato delle leggere modifiche.

Processed with MOLDIV

👉 Cosa ti serve?

Ingredienti per 4 persone 📝

– 900gr di fave e piselli già cotti;

– cipolla q.b

– prezzemolo q.b

– un pizzico di cumino;

– coriandolo q.b

– curcuma q.b

– zenzero q.b

– 2 cucchiai di farina di ceci;

– 2 cucchiai di farina di riso;

– 1 pizzico di bicarbonato (facoltativo)

– semi di papavero (facoltativo)

– sale rosa q.b

– Olio evo q.b

– olio di mais o girasole q.b ( servirà per spennellare i falafel prima della cottura )

🍴 Preparazione

1. Premessa: Se avete a disposizione delle fave e piselli freschi quanto meglio, altrimenti vanno benissimo anche quelli surgelati. A questo punto vi consiglio di preparare fave e piselli qualche oretta prima in modo che possano essere ben asciutti e scolati dopo la cottura.

2. Iniziamo con il prendere una pentola o padella abbastanza capiente, in cui faremo un leggero soffritto di cipolla, seguito dall’aggiunta di fave e piselli (precedentemente sbucciati e lavati se freschi).

3. Copriamo con acqua lasciando cuocere 20/30 minuti circa, fino a cottura ultimata. Aggiustate di sale eventualmente.

4. Dopo la cottura prendete un colapasta e lasciatele scolare.

5. Nel bimby o in un frullatore abbastanza potente, versate le fave con i piselli, prezzemolo, spezie, sale e un filo di olio evo. Frullate bene il tutto.

6. Trasferite il composto in una ciotola e aggiungete i cucchiai di farina di ceci e di riso che serviranno a legare meglio il composto.

7. Formate tante palline dalle dimensioni medie e lasciatele riposare in frigo per una mezz’oretta.

8. Ricoprite una teglia con della carta da forno, distribuite i falafel e spennellateli con un po’ di olio di semi. Infornate a 180°C per 20 minuti circa.

9. Servite i falafel ben caldi, accompagnati da una bella insalata , hummus o da alcune salsine che potrete mettere in tante piccole ciotoline.

Processed with MOLDIV

 

📒 Note

– Potete realizzare i falafel anche con solo fave o altri legumi a vostro piacere, il procedimento non cambia.

– In base ai legumi a volte si possono anche omettere le farine oppure aggiungerne in piccole quantità.

– I semi di papavero sono facoltativi come già detto, se li gradite, dopo aver formato le polpettine potete cospargerli di quest’ultimi.

– Io non amo molto la frittura, ma se lo gradite potete preferirla alla cottura al forno. Suggerisco un olio di semi di arachide.

🌱The Happy Rabbit🐰

SPAGHETTI INTEGRALI AL POMODORO🍅 🍝CON POLPETTE VEGAN

Processed with Moldiv

2015-10-25 16.42.26

“Lilly e il Vagabondo”, vi dice qualcosa? È un cartone animato della Disney con cui sono cresciuta. Indimenticabile, dolce e famosa☺ , la scena della cena a base di spaghetti 🍝 con le polpette. Questa scena è sempre stata una delle mie preferite, così ho deciso di riproporla in chiave vegan anche per i miei parenti onnivori, che non sapevano che fosse un piatto senza derivati animali. Mi sono divertita molto a vedere le loro espressioni sorprese e incredule quando gli ho detto che le polpette non erano di carne… Ma la soddisfazione più grande è stata sentire: “Però non pensavamo fossero così buone, dovresti rifarle”; Questi spaghetti sono un piatto unico della tradizione italoamericana, un piatto che in Italia non esiste ma all’estero è visto come il simbolo dell’italianità. Andando alla ricetta, ecco la mia versione rivisitata e vegan, adatta in particolar modo ai bambini 👶, sopratutto se celiaci o intolleranti al glutine, infatti le polpette sono senza glutine; le polpette possono essere anche un’alternativa mascherata per far apprezzare i legumi ai più piccini.

👉 Cosa ti serve?

Ingredienti 📝

Per le polpette:

– 1 barattolo di lenticchie biologiche già cotte (io ho usato quelle della marca ecor)

– 300 gr fagioli borlotti biologici in boccia già cotti

– 1 pomodoro🍅

– 30 g di pastella (poco densa) fatta con farina di ceci e acqua

– 60 gr pan grattato senza glutine (io ho usato quello della marca KOILIA)

– prezzemolo q.b

– masala e curcuma q.b

– sale rosa q.b

Per gli Spaghetti al pomodoro🍅 🍝:

– spaghetti integrali o senza glutine (noi abbiamo fatto due versioni sia con che senza glutine)

– 1 o 2 bottigliette di salsa di pomodori ciliegino pronta in 5 minuti

– aglio, foglie di basilico e alloro aglio per aromatizzare

– curcuma e zenzero

– sale rosa e olio evo q.b

Preparazione🍴

Iniziamo con il preparare le polpette. Per una perfetta riuscita, senza rischiare che le polpette non si compattino, consiglio di preparare almeno due ore prima la pastella fatta con acqua, curcuma e farina di ceci. La dose di 30g è il peso della pastella una volta riposata in frigo. Per la dose di acqua e farina andate ad occhio, non sarà un problema, l’importante che non sia molto liquida, ma nemmeno troppo densa e pastosa. Altro accorgimento è far scolare per bene i legumi sempre qualche ora prima. Io per comodità ho usato quelli già cotti, ma se avete la possibilità e il tempo di cuocere quelli secchi o freschi tanto meglio. Passate almeno due ore, mettiamo dentro il bimby o in un qualsiasi frullatore, i legumi scolati, il pomodoro, il prezzemolo, il masala e un pizzico di sale. Frulliamo il tutto finemente. A questo punto, mettiamo il composto ottenuto in una ciotola a cui aggiungeremo la pastella e il pangrattato. Mescolare fino ad ottenere una palla bella soda. Realizziamo delle polpette sferiche e facciamolo riposare in frigo almeno 30 minuti. Per la cottura potete friggerle o cuocerle in forno preriscaldato a 180 gradi per 20 minuti circa.

Processed with Moldiv

Processed with Moldiv

Per la salsa di pomodoro 🍅  io uso quella in bottiglietta di pomodorini ciliegino pronta in 5 minuti per comodità. Voi potete usare quella che più preferite. Procedete con la cottura della salsa, aggiungendo aromi e spezie. A cottura quasi ultimata tuffateci le polpette precedentemente cotte e fredde. Saltate in padella per altri 5 minuti.

Una volta pronte le polpette al sugo, procedere con la cottura degli spaghetti.

Processed with Moldiv

Adesso che abbiamo tutto pronto possiamo condire i nostri spaghetti integrali con il sugo e con le polpette vegetali.

📒 Note

– Ricordate che il riposo per i legumi, che siano quelli già cotti in latta o freschi è necessario. Stessa cosa per la pastella di farina di ceci.

– Per le polpette potete anche usare del pan grattato normale; io ho usato quello senza glutine poiché mi piace questo della marca KOILIA, rende bene in molte preparazioni e lo uso spesso anche perché cerco di equilibrare la mia alimentazione con poco glutine.

– Per gli spaghetti abbiamo usato quelli della marca misura anche per la versione senza glutine.

🌱The Happy Rabbit🐰

POLPETTE DI QUINOA NERA E SPINACI

Processed with Moldiv

Per la serie I love ♥ Quinoa! Io rispondo: Quinoa Nera forever :-P… Ma andiamo alla ricetta di queste golosissime polpette.

#quinoanera #zucchine #spinaci #glutenfree #ricettevegan

☛ Cosa ti serve?

Ingredienti ✍

– 100g Quinoa nera (peso a crudo)

– 25g farina di ceci

– 160g circa zucchine tagliate a cubetti e precedentemente cotte al vapore

– 170g circa spinaci precedentemente cotti al vapore

– farina di mais fioretto q.b per l’impanatura

– olio evo e sale q.b

– masala q.b

Processed with Moldiv

Preparazione

– Passare sotto l’acqua corrente la quinoa e sciacquarla più volte. In un pentolino portate a bollore dell’acqua salata e versatevi la quinoa. Cuocerla fino al raddoppio del suo volume e secondo i tempi di cottura.

– Una volta cotta, giusto il tempo che si raffreddi qualche istante per poterla usare senza scottarsi (ma mi raccomando la Quinoa deve essere ben calda per la preparazione delle polpette), la uniamo alle verdure precedentemente cotte, aggiungendo anche il masala e la farina di ceci. Aggiustate di sale e olio evo quanto basta.

– Mescolare il tutto e realizzate delle polpette che poi andrete ad passare nella farina di mais in modo tale da ottenere croccantezza una volta cotte.

– Fate riposare le polpette il più possibile in frigo in modo tale che si compattino (io consiglio di prepararle la sera prima per il giorno dopo).

– Cuocere le polpette in padella con poco di olio di mais oppure in forno a 180 gradi per 20 minuti circa.

📒 Note

– Potete usare anche la quinoa bianca o qualsiasi altra varietà di quinoa, io ho usato quella nera perché trovo che sia la migliore a livello di cottura e anche di gusto;

– Come già detto prima, è importante che la quinoa sia ben calda per la preparazione delle polpette poiché aiuterà a legare meglio gli ingredienti;

– Potete sostituire le zucchine con qualsiasi altra verdura di stagione e di vostro piacimento. Un piccolo consiglio è quello di tagliare le verdure, nel nostro caso le zucchine, a cubetti piccoli, anche questo aiuterà a legare meglio le polpette;

– Se preferite potete anche omettere di usare la farina di mais per la panatura, sono golose comunque… Garantito ✌

– Con questo impasto potete anche realizzare dei burger di quinoa invece delle polpette (100/150g il peso medio per un burger).

Processed with Moldiv

🌱The Happy Rabbit🐰