TORTA AL CIOCCOLATO VEGAN

Processed with MOLDIV

Se siete amanti del cioccolato come me questa torta al cioccolato fa al caso vostro. È così morbida e goduriosa che crea dipendenza al primo morso e piace sempre a tutti.
Una torta dal successo assicurato, si prepara in pochissimi minuti e nonostante le apparenze non contiene latte, uova o burro di origini animali. È ottima con una semplice spolverata di zucchero a velo.

👉🏻 Cosa ti serve?

Ingredienti 📝

– 250 gr farina di Maiorca

– 50 gr amido di mais

– 40 gr di cacao amaro

– 60 gr circa gocce di cioccolato (facoltative)

– 370 ml circa di latte di soia al cioccolato o al naturale

– 140 gr di zucchero di canna

– 80 ml olio di semi

– 1 bustina di lievito per dolci

– Burro o margarina vegetale q.b

– zucchero a velo

🍴 Preparazione

1. Iniziamo pre riscaldando il forno a 180° statico-ventilato (il mio).

2. Nel boccale del bimby inserite lo zucchero di canna e polverizzatelo per 30 sec a vel 10.

3. Aggiungete ora tutti gli ingredienti nel boccale, tranne le gocce di cioccolato, il lievito e il latte che andrà aggiunto a filo dal foro una volta azionato il bimby per 2 min. vel 5.

4. Successivamente aggiungete il lievito, e mescolate altri 15 sec. vel. 5.

5. Per ultimo inserite le gocce di cioccolato e mescolate con la velocità anti orario per altri 20 secondi.

6. Imburrate (con il burro o la margarina vegetale) e infarinate una teglia da forno di 24 cm di diametro. Inserite anche un cerchio di carta da forno della misura della teglia sul fondo.

7. Cuocete in forno preriscaldato per 45 minuti (fare comunque la prova stecchino). Lasciare raffreddare completamente e servire la torta spolverizzata di zucchero a velo.

📒 Note

– Nelle antiche ricette siciliane di dolci il nome Maiorca stava ad indicare la farina di grano tenero per eccellenza. Si tratta di un antico grano siciliano con un indice di glutine basso, adatto soprattutto per i dolci. Se non trovate questa farina 🌾 potete sostituirla interamente con la farina di farro o con altre farine.

– Per chi non possiede il bimby: In una terrina inserire la farina setacciata assieme all’amido di mais, al cacao e allo zucchero di canna. Mescoliamo bene tutte le polveri e poi aggiungiamo lentamente a filo il latte di soia continuando a mescolare con l’aiuto di una frusta da cucina o di uno sbattitore elettrico. Successivamente aggiungiamo l’olio di semi e le gocce di cioccolato continuando ad amalgamare gli ingredienti. Come ultimo passaggio uniamo il lievito. Il resto rimane invariato.

– 🌱The Happy Rabbit🐰 –

TORTA MARGHERITA VEGAN

Processed with MOLDIV

La torta margherita è un dolce classico della cucina italiana amato da grandi e piccini per la sua semplicità e morbidezza. Qui da me proposto in versione vegan, è un dolce ottimo per la colazione e la merenda. È così buono che la mia famiglia onnivora lo ha molto apprezzato tant’è che non è durato più di un giorno 😋.

👉🏻 Cosa ti serve?

Ingredienti 📝

– 250 gr farina di Maiorca

– 50 gr amido di mais

– 300/325 ml circa di latte di soia alla vaniglia

– 140 gr di zucchero di canna

– 80 ml olio di semi

– 1 bustina di lievito per dolci

– un pizzico di vaniglia bourbon
(Facoltativo)

– Scorza grattugiata di un limone

– Un pizzico di curcuma

– Burro o margarina vegetale q.b

– zucchero a velo
🍴 Preparazione

1. Iniziamo pre riscaldando il forno a 180° statico-ventilato (il mio).

2. Nel boccale del bimby inserite lo zucchero di canna e polverizzatelo per 30 sec a vel 10.

3. Aggiungete ora tutti gli ingredienti nel boccale, tranne il lievito e il latte che andrà aggiunto a filo dal foro una volta azionato il bimby per 2 min. vel 5.

4. Successivamente aggiungete il lievito, e mescolate altri 15 sec. vel. 5.

5. Imburrate (con il burro o la margarina vegetale) e infarinate una teglia da forno di 24 cm di diametro. Inserite anche un cerchio di carta da forno della misura della teglia sul fondo.

6. Cuocete in forno preriscaldato per 45 minuti (fare comunque la prova stecchino). Lasciare raffreddare completamente e servire la torta spolverizzata di zucchero a velo.

IMG_2621.JPG

📒 Note

– Nelle antiche ricette siciliane di dolci il nome Maiorca stava ad indicare la farina di grano tenero per eccellenza. Si tratta di un antico grano siciliano con un indice di glutine basso, adatto soprattutto per i dolci. Se non trovate questa farina 🌾 potete sostituirla interamente con la farina di farro o con altre farine.

– Per chi non possiede il bimby: In una terrina inserire la farina setacciata assieme all’amido di mais, allo zucchero di canna e agli aromi. Mescoliamo bene tutte le polveri e poi aggiungiamo lentamente a filo il latte di soia con l’aiuto di una frusta da cucina o di uno sbattitore elettrico. Successivamente aggiungiamo l’olio di semi, la vaniglia, la scorza di limone, e la curcuma continuando ad amalgamare gli ingredienti. Come ultimo passaggio uniamo il lievito. Il resto rimane invariato.

– 🌱The Happy Rabbit🐰 –

CIOCCO 🍫PANCAKE 🥞 AL PISTACCHIO E YOGURT

Processed with MOLDIV

Una variante cioccolatosa dei pancake 🥞, per la vostra colazione o merenda in versione senza glutine (con farine naturali) e ovviamente Vegan. L’unione tra lo yogurt di soia al gusto pesca/mango e la granella di pistacchi rende questi pancake un piacere per il palato. Ma andiamo alla ricetta 👇🏻.

👉🏻 Cosa ti serve?

Ingredienti 📝

– 65 gr farina di riso

– 35 gr farina di mais

– 20 gr di amido di tapioca (o in alternativa di mais)

– 8 gr di lievito

– 1 cucchiaio 🥄 e mezzo di olio di mais

– 30 gr di zucchero di canna

– 20 gr di cacao amaro

– un pizzico di vaniglia bourbon

– 300 gr di latte di mandorla

🍴 Preparazione

1. In una terrina dai bordi alti versare le farine, il cacao e l’amido setacciati uniti allo zucchero di canna, il lievito, il pizzico di sale e la vaniglia. Mescolare.

2. Miscelate l’olio al latte, quindi aggiungeteli agli ingredienti secchi.

3. Lavorate il tutto con uno frustino fino ad ottenere un composto omogeneo.

4. Non è necessario il riposo (se usate il latte di mandorle) ma io consiglio comunque di riporre il composto in frigo per almeno 15 minuti.

5. Spennellate una padella anti aderente con un filo di olio e a fuoco medio-basso riscaldare la padella. Quando sarà calda versare lentamente un piccolo mestolo di pastella e cuocere i pancake fino a cottura e doratura completa per lato.

6. Servite i vostri pancake 🥞 con lo yogurt di soia alla pesca/mango, le fette di banana 🍌 e la granella di pistacchi.

IMG_0018.JPG

📒 Note

– Qualora non abbiate il latte di mandorle, potete utilizzare un qualsiasi altro vegetale di vostro gradimento ma regolatevi con la quantità, che sarà tra i 200/250 ml poiché di solito le altre bevande vegetali sono più “liquide” e meno dense rispetto al latte di mandorla. In questo caso sarà necessario far riposare 30/45 minuti in frigo l’impasto prima di procedere con la preparazione dei pancake.

– Questa ricetta è realizzabile anche con altre farine. Io consiglio la farina di farro o le farine derivanti da grani antichi siciliani come la farina di grano tenero ” Maiorca” tipo 1 che ha un basso contenuto di glutine.

– 🌱The Happy Rabbit🐰 –

VEGAN PANCAKE BIG HERO

Big_Hero_6_Baymax.jpg

#‎senzaglutine‬ Disney Italia Disney

Conoscete Baymax protagonista del film d’animazione Disney BIG HERO 6?

È un tenero robot gonfiabile extra-large, tecnicamente un assistente sanitario con il compito di prendersi cura degli altri.

Per la gioia dei più piccini 👧👦 ma anche per noi un po’ più grandicelli, ecco un tenero Baymax pancake che lascerà un sorriso durante la merenda o la colazione.

Ecco la ricetta 👇 😋:

👉  Cosa ti serve?

Ingredienti per 2-3 persone

– 200 gr mix dolci senza glutine “Leila – natura e sapore” ( oppure il mix dolci “Farabella”)

– 320/ 360 ml di latte di riso (oppure miglio)

– 4 cucchiai di olio di mais

– 4 cucchiaini di lievito per dolci ‘biovegan’

– 1 pizzico di sale rosa

– 1 pizzico di curcuma

– 1 pizzico di vaniglia

🍴 Preparazione

1. In una terrina dai bordi alti versare il mix setacciato unito allo zucchero di canna, il lievito, il pizzico di sale, la vaniglia e la curcuma. Mescolare.

2. Miscelate l’olio al latte, quindi aggiungeteli agli ingredienti secchi.

3. Lavorate il tutto con uno frustino fino ad ottenere un composto omogeneo.

4. Lasciare riposare il composto in frigo per almeno 20-30 minuti.

5. Spennellate una padella anti aderente con un filo di olio e a fuoco medio-basso riscaldare la padella. Quando sarà calda versare lentamente un piccolo mestolo di pastella e cuocere i pancake fino a cottura e doratura completa per lato.

14034984_1102734269764479_1885751492718529617_n.jpg

6. Servite i vostri pancake con lo sciroppo d’acero o come più preferite dando spazio alla vostra fantasia e gusto.

14045716_1102734109764495_6471233792748223543_n

📒 Note

– Per facilitarvi nella realizzazione del personaggio Disney BIG HERO versate la pastella (mi raccomando deve essere densa) in una bottiglietta con beccuccio stretto in modo tale da usare questa per ‘disegnare’ il vostro personaggio animato.

– Potete realizzare questa ricetta anche con altre farine: 180 gr farina di farro + 20 gr farina di mais fioretto (adatta per dolci) oppure interamente con la farina di farro.

– La polvere lievitante per dolci Biovegan è realizzata con cremor tartaro, senza aggiunta di fosfati. Il prodotto aiuta a conferire all’impasto una struttura soffice ed è ideale per la realizzazione di ogni tipo di dolce ed è più tollerato da chi presenta fastidi o intolleranze al classico lievito per dolci presente in commercio.

🌱The Happy Rabbit🐰

 

SMOOTHIE BOWL 🍌🍒 (FRULLATO CREMOSO IN CIOTOLA)

Gli “Smoothie Bowls” ovvero frullati in ciotola oltre ad essere un must di tendenza, sono così buoni, freschi, leggeri e proteici che non potrete più farne a meno. Si possono mangiare come una sana colazione, pranzo o merenda. Ve li consiglio specie dopo una bella camminata o corsetta mattutina, perché vi daranno molta carica ed energia soprattutto in estate.

Qual’è la differenza fra un frullato (smoothie) e un frullato in ciotola (smoothie bowl) ? Sicuramente la consistenza e l’aggiunta del topping (decorazione). Mentre un frullato tradizionale viene bevuto con una cannuccia, un frullato in ciotola dal momento che ha una certa consistenza vi permette di guarnirlo con topping deliziosi e di mangiarlo con il cucchiaio. La ricetta standard per lo smoothie BOWL prevede l’aggiunta di frutta congelata, di due banane affettate e congelate, e di latte vegetale.

Ma andiamo alla ricetta 👇 😋.

2016-07-03 10.18.03-2.jpg

👉 Cosa ti serve?

Ingredienti 📝

Per lo smoothie bowl:

– 300 gr circa di frutti di bosco congelati

– 300 gr circa di ciliegie congelate

– 2 banane affettate e congelate

– 4-6 cucchiai yogurt di soia al mirtillo (facoltativo)

– Latte di mandorla, di cocco o di miglio q.b

– 3-4 Cubetti di ghiaccio (facoltativo)

Per il topping (decorazione):

– Mirtilli freschi q.b

– Ciliegie fresche q.b

– Qualche fetta di banana

– Semi di chia q.b

– Semi di zucca q.b

– Cocco rapé q.b

🍴 Preparazione

1. Mettete la frutta congelata, lo yogurt di soia al mirtillo, e i cubetti di ghiaccio nel bimby o in un potente frullatore.

2. Azionate il bimby e a filo aggiungete il latte vegetale fino a raggiungere una consistenza cremosa ma non troppo liquida.

3. Versate lo smoothie in due ciotole e guarnite con i mirtilli, le ciliegie, le fette di banane fresche, i semi di chia e di zucca e per rendere ancora tutto più dolce, finite con del cocco rapé.

Processed with MOLDIV 

📒 Note

– Per realizzare il vostro SMOOTHIE BOWL potete usare la frutta che più preferite ( ma la banana congelata di solito è presente come frutto) e qualsiasi altro yogurt o latte vegetale.

– E’ possibile anche aggiungere della frutta secca;

– Non è necessario dolcificare, ma se volete potete utilizzare due cucchiaini di sciroppo d’agave.

🌱The Happy Rabbit🐰

PANINI DI CENA VEGAN

Come già accennato nel post precedente, anche se con un po’ di ritardo, ecco la ricetta di un dolce tradizionale siciliano solito preparare durante il periodo pasquale. Nonostante ciò, lo si trova comunque per tutto l’anno nei panifici di città e provincia.

I panini di cena sono un prodotto tipico della mia terra, la Sicilia, in particolare della mia città Messina. Preparati in occasione del giovedì santo, e non solo, sono dei pani dolci e speziati, ricoperti da semi di sesamo. Il profumo emanato dalla cannella dona a questo piccolo panino dolce un sapore caratteristico, che, vi assicuro, diventa difficile dimenticare una volta assaggiato. La loro realizzazione sono per me, una tradizione e un piacevole ricordo di infanzia.

A Messina durante la Quaresima, tutti i panifici, vendono questi “panuzzi ‘i cena” legati,  come già detto prima, per tradizione al Giovedì Santo, infatti rappresentano il pane che Gesù diede ai suoi apostoli durante l’ultima cena. Sono ottimi per la colazione e per lo spuntino, grandi e piccini, una volta provati non potranno più farne a meno. La ricetta originale prevedeva tra gli ingredienti strutto, burro e uova. Io vi propongo ovviamente la mia versione in chiave vegan, con alcuni piccoli accorgimenti sulla lievitazione che ho avuto modo di apprendere e sperimentare dai buoni, vecchi, consigli della nonna, infatti la ricetta mi è stata tramandata da lei.

Ma eccovi la ricetta 😊 👇.

2016-03-24 13.45.18.jpg

👉  Cosa ti serve?

Ingredienti per 13 panini 📝

per il lievitino

– 150 gr farina manitoba

– 120 gr acqua aromatizzata con i chiodi di garofano

– 1 cubetto di lievito di birra

Per l’impasto

– 250 gr farina di farro

– 100 gr farina manitoba

– 140 gr acqua aromatizzata con i chiodi di garofano

– 50 gr olio di semi di mais

-50 gr  MARGARINA VEGAN MADE IN HOME

– 75 gr zucchero di canna

– qualche goccia di essenza di cannella (oppure cannella in polvere q.b )

– semi di sesamo q.b

– un pizzico di curcuma

– latte vegetale + zucchero di canna q.b (per lucidare i panini)

Per l’acqua ai chiodi di garofano

– 500 ml di acqua

– 1 cucchiaio colmo di chiodi di garofano tritati

🍴 Preparazione

1. Iniziamo facendo bollire per 5 minuti circa 500 ml di acqua con un cucchiaio colmo di chiodi di garofano tritati. Farla raffreddare prima di usarla.

2. Iniziamo con la preparazione del lievitino (questo ci permetterà di ottenere un impasto molto soffice e leggero) : nel boccale del bimby inserire acqua, zucchero di canna e cubetto di lievito. 10 secondi, vel. 4, 37° . Successivamente inserire la farina Manitoba e impostate la modalità spiga per 40 secondi. Trasferite l’impasto in una terrina e lasciate lievitare per 40 minuti in forno preriscaldato a 30° (in estate questo passaggio si potrà evitare).

3. Trascorse le ore di lievitazione del lievitino passiamo ora alla preparazione dell’impasto: Riprendiamo il bimby e dentro il boccale versatevi la restante acqua aromatizzata, lo zucchero di canna, il sale rosa, l’olio, le farine, il pizzico di curcuma e l’essenza di cannella. 50 secondi, vel. 4. Versate ora la margarina per 40 secondi velocità spiga. Infine aggiungere il lievitino per 1:30 minuti/secondi, continuando sempre con la modalità spiga. Anche qui, trasferite l’impasto in una terrina e lasciate lievitare per 60/90 minuti in forno preriscaldato a 30°.

2016-03-31 17.19.01.jpg

4. Preparazione panini: Trascorso il tempo della prima lievitazione, posate l’impasto sul piano da lavoro infarinato e date un giro di pieghe a 90° dette a “portafoglio”, che serviranno a infittire la maglia glutinica e l’alveolatura. Le pieghe “a portafoglio” consistono nel prendere ogni angolo del nostro impasto, partendo da destra, stenderlo delicatamente e successivamente portarlo al centro. Si continuerà così finché non si chiuderà il giro.

5. Lasciate a riposare in una ciotola coperta per circa 15/20 minuti.

2016-03-31 17.44.42.jpg

6. A questo punto dividere l’impasto formando delle palline di varie dimensioni ( da 55 a 75 gr Max ). Spennellare la superficie con latte vegetale miscelato ad un pò di zucchero di canna (o malto, o sciroppo d’agave), e ricoprire con i semi di sesamo. Praticare al centro un piccolo taglio orizzontale.

2016-03-31 17.46.22.jpg

7. Sistemare i panini in una teglia ricoperta da carta da forno. Riposo per altri 15/20 minuti.

8. Poco prima che scada il tempo di riposo, accendere il forno a 180° modalità ventilato. Non appena avrà raggiunto la temperatura desiderata, infornare i panini e, inserite anche nella parte bassa del forno un pentolino di acqua fredda.

2016-03-31 17.48.11.jpg

9. Cuocere per circa 15 minuti.

10. A fine cottura non tirare subito i panini via dal forno, ma, lasciateli altri 5/10 minuti con lo sportello semi aperto.

2016-03-22 20.09.21.jpg

 

📒 Note

– Per chi non possiede il bimby niente paura, è possibile realizzare i passaggi del lievitino e dell’impasto, impastando tutto a mano, per almeno 10 minuti.
Ps. Per Il passaggio “2” : sciogliere lo zucchero e il lievito con l’acqua aromatizzata tiepida. Il resto rimane invariato.

– Per l’essenza di cannella, io ho utilizzato quella che usa mio padre, procurata in pasticceria, ha un’aroma dolce e caratteristico, ma allo stesso tempo pungente per questo bisogna stare attenti a dosarne la quantità giusta. Anche lui, rispetta la tradizione, ahimè non in chiave Vegan.

– Per questa specifica preparazione ho usato anche la farina Manitoba, che sono solita usare molto poco e di rado. Se volete evitarla potete sostituirla tranquillamente con la farina di farro o con altre farine, io consiglio anche quelle derivanti da grani antichi.

– Per quanto riguarda la margarina auto prodotta, se avete difficoltà nel prepararla, trovare gli ingredienti oppure semplicemente non la tollerate a causa di allergie o intolleranze alla soia, potete sostituirla con burro di cacao sciolto a bagno maria, con olio di cocco ammorbidito, oppure se avete modo di trovarlo usate il burrolì, (un burro vegetale, un po’ costoso, ideato la luca montersino), mantenendo così la “parte grassa”.

🌱The Happy Rabbit🐰