CHIA PUDDING


Il chia pudding ovvero il budino ai semi di chia , è un “dolce” al cucchiaio buono e salutare. Lo potete prepare al mattino per una colazione energica o al pomeriggio per un fresco e goloso spuntino.
Il chia pudding lo si può preparare sia con lo yogurt che con il latte vegetale. I tempi di riposo utili ai semi di chia sono relativamente brevi, a secondo dei gusti.
Per chi non conoscesse i benefici racchiusi in questi piccolissimi semini iniziamo col dire che sono ricchi di Calcio, ferro, potassio, vitamina C e di acidi grassi essenziali omega 3 e omega 6 perfettamente bilanciati. Ma andiamo alla ricetta 😉.

👉🏻 Cosa ti serve?

Ingredienti 📝

– 170/200 gr di yogurt di soia al naturale (o qualsiasi altro gusto preferiate) oppure 200 ml di latte vegetale

– 30 gr di semi di chia (3 cucchiai grandi rasi da tavola)
– 1 cucchiaio di sciroppo d’agave (facoltativo)

– cubetti di mango q.b

– 3 albicocche

– cereali da colazione (ad es. muesli, fiocchi d’avena, corn flakes, cereali soffiati ecc…)

– granella di pistacchi di bronte q.b

🍴Preparazione

  1. In un bicchiere o in un ciotola versate prima i semi e poi lo yogurt.Mescolate bene più volte con un cucchiaio o con un cucchiaino.
  2. Lasciate riposare il budino di semi di chia in frigo almeno per 10-15 minuti circa prima di servirlo.
  3. La consistenza sarà più cremosa se lo lascerete riposare in frigorifero per più tempo. Durante il tempo di riposo della vostra preparazione i semi di chia doneranno allo yogurt una consistenza cremosa, che ricorda un budino. A seconda di quando tempo lo lasciate riposare, se dovesse risultare “troppo cremoso e compatto” per i vostri gusti, niente paura, basta diluirlo con qualche millimetro di latte vegetale e mescolare.
  4. Decorate e dolcificate a piacere. Io ho dolcificato con un cucchiaio di sciroppo d’agave, a cui ho aggiunto poi mango a cubetti, albicocche, cereali all’avena misti croccanti e dolci con bacche di goji (ma voi potete mettere qualsiasi cereale). Infine ho spolverato con granella di pistacchi di bronte.

📒 Note
– Questo budino grazie al sapore neutro dei semi di chia può essere preparato con qualsiasi gusto o topping, quindi se volete una versione più golosa da accostare o meno alla frutta potete arricchirlo con del cioccolato, cocco, nocciole, mandorle ecc.. oppure farne una versione ghiotta preparandolo con del latte vegetale al cioccolato; insomma date spazio alla vostra creatività culinaria ☺️.
– 🌱The HappyRabbit🐰 –

Annunci

PIZZA SEMPLICE DI QUINOA TRICOLORE SENZA GLUTINE

Ebbene si, questa pizza l’ho denominata semplice perché effettivamente lo è visto che non bisogna impastarla, aspettare ore di riposo per la lievitazione ecc… Si potrebbe dire anche che sia “salutista” visto che è ricca di proteine e di carboidrati buoni. Una sana alternativa, secondo me, anche per chi sta seguendo un regime ipocalorico e non vuole rinunciare al gusto della pizza. Era da molto tempo che volevo realizzarla poiché mi era stata passata la ricetta da una coetanea inglese celiaca, che mi diceva che aveva trovato questa versione della pizza molto più buona della versione classica. A mio avviso è squisita, penso la rifarò molto più spesso rispetto alla classica, però è doveroso dire che ha un gusto particolare quindi chi non ha mai mangiato la quinoa potrebbe trovarla insolita ma non preoccupatevi, i condimenti giusti sapranno conquistare tutti i commensali. Provatela!

👉🏻 Cosa ti serve?

INGREDIENTI PER LA BASE 📝

– 200 gr quinoa tricolore

– 50 ml acqua minerale

– 2-3 cucchiai di olio evo

– il succo di mezzo limone 🍋

– ½ cucchiaino di sale

– un punta di lievito istantaneo per pizza o bicarbonato

– un pizzico di pepe nero e curcuma

PER FARCIRE

– salsa di pomodoro cruda 🍅 condita (con sale, pepe, olio evo e origano)

– rucola

– melanzane 🍆 grigliate e poi marinate con aglio,olio evo e origano

– mozzarisella (o altro formaggio vegetale)

– pomodori secchi

STRUMENTI PER LA PREPARAZIONE

– frullatore ad immersione

– teglia da 23,5 o 25 max

🍴 Preparazione

1. Sciacquate la quinoa, e mettetela in ammollo in abbondante acqua fredda con il succo di mezzo limone per 8-10 ore o per una notte.

2. Dopo l’ammollo sciacquate nuovamente la quinoa, scolatela e versatela in un boccale alto e largo insieme ai 50 m di acqua, il sale, la curcuma, il pepe, il lievito e l’olio e frullate fino ad ottenere un composto liscio ma non liquido. Ci vorranno circa 5-7 minuti con il frullatore ad immersione quindi non scoraggiatevi se notate che all’inizio non ottenete un composto cremoso.

3. Foderate di carta forno una teglia del diametro di 23,5 cm, ungetela e versate il composto di quinoa. Infornate in forno ventilato a 200°C per 20 minuti,

4. Trascorso il tempo, sfornate la pizza, girate la base di quinoa in modo da avere il fondo rivolto verso l’alto e conditela con la salsa di pomodoro, la rucola, le melanzane, la mozzarisella e i pomodori secchi. Aggiustate di sale e pepe se lo desiderate.

5. Proseguite la cottura per altri 10-15 minuti circa.

6. Gustatevi ora la vostra pizza .

📒 Note

– Se volete gustare la pizza per cena vi consiglio di mettere la quinoa in ammollo la mattina presto tra le 07:00/8:00 am.

– Per questa ricetta ho usato la Quinoa Tricolore ma se non la trovate potete usare un’altra tipologia, vi consiglio la Quinoa Reale.

– Se non avete il frullatore ad immersione va bene un classico frullatore o tritatutto.

– Per i condimenti potete spaziare a seconda dei vostri gusti o fantasia se volete sostituire quelli della ricetta.

– 🌱The Happy Rabbit🐰 –

BISCOTTI INTEGRALI CON ZENZERO E LIMONE SENZA LIEVITO E ZUCCHERO

Questa ricetta è nata “per caso” sperimentandola sul momento e usando quello che mi era rimasto in casa. L’idea me l’ha lanciata mia madre, che essendo rimasta senza i suoi soliti biscotti onnivori e falsi integrali, di domenica mattina, voleva comunque far colazione con un biscotto integrale ma con pochi zuccheri piuttosto che andare ad acquistarli. Allora ho colto al volo l’idea e mi sono messa all’opera. Il risultato è stato eccezionale, in famiglia sono stati molto apprezzati tanto che ho dovuto farne una scorta per la settimana. Provateli!

👉🏻 Cosa ti serve?

Ingredienti 📝

– 400 gr farina integrale di grano tenero Maiorca o farina di farro integrale

– 26-30 gr di zenzero fresco (sbucciato) o 2-3 cucchiaini rasi di zenzero in polvere

– scorza di un limone

– un cucchiaino di chiodi di garofano in polvere (facoltativo)

– un pizzico di curcuma

– un pizzico di sale

– 50 gr olio evo

– 50 gr olio di semi di girasole

– 6 cucchiai di sciroppo d’agave (oppure sciroppo d’acero o malto derivante da cereali)

– 70gr circa latte di mandorla o soia

– 1 cucchiaino di lievito per dolci vegan a base di cremor tartaro

🍴 Preparazione

1. Sbucciate, lavate e tritate per bene lo zenzero fresco nel Bimby. In alternativa usate quello in polvere.

2. Setacciare la farina integrale oppure se avete il Bimby come me inseritela direttamente nel boccale insieme allo zenzero precedentemente tritato, e impostate per pochi secondi a velocità 9.

3. A questo punto possiamo aggiungere tutti gli altri ingredienti ad eccezione del lievito che metteremo alla fine e del latte di mandorla.

4. Chiudete il Bimby e impostatelo per 2-3 minuti a velocità spiga. A filo, dal foro, versate il latte di mandorla; poco prima dello scadere del timer aggiungete anche il lievito.

5. Se notate che l’impasto dovesse essere troppo sbricioloso, aggiungete ancora qualche altro millimetro di latte senza esagerare.

6. Togliete l’impasto dal Bimby e formate una palla che andrete ad avvolgere in pellicola trasparente. Fate riposare 10- 20 minuti dopodiché stendete con il matterello l’impasto e con l’aiuto di una formina rotonda ricavate i vostri biscotti.

7. Cuocete in forno ventilato e preriscaldato a 180°C per 20 minuti, finché risultano belli dorati.

8. Una volta che i biscotti saranno cotti e ben freddi vi consiglio di riporli in una scatola di latta o in una boccia di vetro, in questo modo manterranno la loro fragranza e gusto per una settimana o più.

📒 Note

– Se non possedete il Bimby niente paura, potete impastare “a mano”: Una volta setacciata la farina e tritato lo zenzero (oppure usate quello in polvere), mettete tutto in una terrina e aggiungete i restanti ingredienti della lista ad eccezione del lievito che aggiungerete alla fine e del latte di mandorla. A questo punto iniziate ad impastare per 5 minuti aggiungendo a filo il latte di mandorla. Quando l’impasto sarà già quasi compatto inserite anche il lievito. Il resto del procedimento da qui in poi rimane invariato.

– Potete realizzare questi biscotti anche con la farina di grano tenero integrale e con il classico lievito in bustina per dolci se non avete problemi di intolleranza a quest’ultimo. Per quanto riguarda il latte vegetale se non avete quello di mandorla andranno bene anche quelli di soia, avena, riso o miglio.

– 🌱The Happy Rabbit🐰 –

PIADINA VEGAN

Piadina vegana integrale farcita con maionese di riso, rucola, affettato vegetale di lupino e funghetti sott’olio

Eccomi di nuova tornata a scrivere ✍🏻 nel blog dopo un periodo di assenza. Pronta e carica come sempre 😁💪🏻 oggi vi propongo questa fantastica (perché lo è davvero credetemi) ricetta, migliorata con il tempo, della piadina vegana fatta in casa. Qualche annetto fa ho provato diverse volte a ricreare una ricetta buona dal punto di vista della fragranza ma al contempo anche della morbidezza ma alla fine non era soddisfatta. Nell’ultimo periodo ho apportato alcune modifiche alla ricetta e voilà, un successone. Provatela!

👉🏻 Cosa ti serve?

Ingredienti 📝

Per 10- 12 piadine

– 210 gr farina di grano tenero Maiorca

– 200 gr farina di farro integrale

– 90 gr semola di grano duro Russello

– 30 gr olio evo

– 200 gr latte d’avena o miglio

– 50 gr di acqua minerale

– 6-7 gr sale

– un pizzico di bicarbonato

– un pizzico di curcuma

🍴 Preparazione

1. Mettete nel boccale del Bimby il latte vegetale, l’acqua e l’olio, e fate andare per 1:30 min 37°C vel 1;

2. Aggiungete le farine,il bicarbonato e il sale e lavorare 2 min vel spiga;

3. Prendete l’impasto e dividetelo in 10-12 palline;

4. Lasciate riposare per circa 30 minuti e poi stendete il più sottile possibile, aiutandovi col matterello.

5. Se volete ottenere una forma ovale “perfetta” per la vostra piadina, aiutatevi con un piatto piano da portata che appoggerete sulla piadina una volta stesa; con l’aiuto di un taglia pizza andate invece a tagliare i bordi in eccesso. Non buttate i ritagli di pasta ma raccoglieteli e formate un’altra pallina che andrete poi successivamente a stendere.

6. Sistemate le piadine stese in un vassoio ricoperto da un foglio di carta oleosa, disponendole una sopra l’altra con in mezzo sempre un foglio di carta forno per non farle appiccicare. Avvolgete il vassoio con della pellicola trasparente in modo tale da non far seccare le piadine. Non è necessario riporle in frigo.

7. Quando sarete pronti per la cottura, scaldate una padella antiaderente e cuocete la piadina da ambo le parti, avendo cura di sgonfiare le eventuali bolle che si formeranno;

8. Farcire a piacimento.

Piadina vegana integrale farcita con maionese di riso, rucola, affettato vegetale di lupino e pomodori secchi 

📒 Note

– Questa ricetta è realizzabile anche con un mix per pane senza glutine.

– È possibile sostituire le farine con quelle che più vi aggradano; io consiglio sempre la farina di farro o la farina di grano tenero tipo 1 in mancanza delle farine derivanti da grani antichi.

– Chi non possiede il Bimby può impastare tutto “a mano”. Basta riscaldare i liquidi (latte,olio e acqua) in un pentolino avendo cura di non farli bollire poiché devono essere solo intiepiditi. Successivamente aggiungere quest’ultimi lentamente agli ingredienti secchi. Impastare per circa 5 minuti.

– 🌱The Happy Rabbit 🐰 –

CRÊPES VEGAN

Le crêpes sono una pietanza molto versatile, possono essere infatti gustate dolci o come pietanza salata, a seconda dei vostri gusti. Ecco quindi la ricetta base delle crêpes con varie idee sia dolci che salate, per farcirle in modo diverso e originale, senza l’utilizzo di ingredienti di origine animale.

05FAC239-D7C7-4574-A2C0-C2E57F3AAEDA.jpeg
Crêpe con Nutella spolverata con zucchero a velo di canna

👉🏻 Cosa ti serve?

Ingredienti 📝

– 200 gr farina di farro integrale

– 200 gr farina di Maiorca

– 400 gr latte di soia alla vaniglia

– 18 gr olio di semi di girasole

– 140 gr acqua minerale

– un pizzico di sale

– 200 gr altro latte vegetale di soia alla vaniglia (secondo necessità)

Per la farcitura dolce con “Nutella”:

– NUTELLA CIOCCOLATOSA 🍫 DEI 10 MINUTI

– NUTELLA FONDENTE VEGAN versione 2.0

🍴 Preparazione

1. In una terrina mettete le farine setacciate versando lentamente i 400 ml di latte vegetale unito con l’acqua, l’olio e un pizzico di sale. Mescolate con una frusta fino a quando il composto sarà uniforme, liscio e privo di grumi.

2. Se notate che l’impasto risulta ancora “troppo denso” e asciutto aggiungete sempre lentamente anche i restanti 200 ml di latte vegetale.

3. Lasciate riposare la pastella per almeno mezz’ora in frigorifero. Se riposa di più è anche meglio.

4. Ungete una padella antiaderente per crêpes con un filo di olio, aiutandovi con un pennello in silicone e scaldatela sul fuoco.

5. Quando sarà ben calda, versateci un mestolo di pastella (che avrete rimescolato dopo il tempo di riposo in frigorifero) e con un movimento rotatorio distribuitela su tutta la superficie.

6. Cuocete per circa due minuti e appena la crêpe si staccherà dalla padella, giratela con l’aiuto di una spatola e continuate la cottura sull’altro lato fino a quando entrambi i lati si saranno dorati.

7. Fatela scivolare sul piatto e continuate così fino ad esaurimento della pastella.

8. Guarnite le crepes a vostro piacimento. Io solitamente le guarnisco nel modo più classico è goloso: nutella vegan con sopra una spolverata di zucchero a velo di canna 🤤 oppure con granella di nocciola/mandorla/pistacchio che può essere messa sia all’interno che al di sopra della crêpe.

Crêpe con nutella vegan e pistacchi
Nutella cioccolatosa dei 10 minuti Made in Home

📒 Note

Qui vi proporrò alcune varianti diverse rispetto alla classica versione dolce con la “Nutella” .

E ora veniamo ad alcune IDEE su come farcire le CRÊPES DOLCI:

Banana 🍌 e topping al cioccolato: un classico con cui non si sbaglia mai ed è sempre molto apprezzato. Tagliate una banana a fettine non troppo sottili e rivestitela con topping al cioccolato. Mix perfetto.

Gelato 🍨 alla vaniglia o cioccolato con dentro mango o fragole fresche tagliate sottili. Per finire una spolverata di zucchero di canna a velo.

Mele 🍎 e noci: fate cuocere le mele a fuoco moderato con l’olio di riso fino a  renderle morbide, ma non disfatte. Toglietele dal fuoco e uniteci lo zucchero e i gherigli delle noci.

Crema chantilly e granella di nocciole.

Gelato alla vaniglia con cioccolato fuso sopra.

IDEE FARCITURE SALATE

  • Possiamo impiegare le crêpes in versione salata come se fossero dei cannelloni, arrotolandoli con dentro una farcitura che può essere preparata con salsa di besciamella vegan con ragù di soia o setain oppure spinaci, mescolati insieme e insaporiti con PARMIGIANO DI MANDORLE 🌱VEGAN  e formaggio filante vegan.
  • Altre versioni salate ottime, sono quelle con un ripieno a base di affettati vegan come quello a base di lupino o mopur, accompagnate da verdure come, pomodoro, lattuga o olive. Si possono aggiungere insieme o singolarmente anche formaggi spalmabili di riso o paté.

– 🌱The Happy Rabbit🐰 –

TAGLIATELLE CON ZUCCA FUNGHI E PANNA SENZA GLUTINE

Un primo piatto autunnale semplice e gustoso che concilia la dolcezza della zucca con l’intensità dei funghi.

È adatto a chi non può assumere il glutine nella propria alimentazione. Se come me, amate la zucca che in questo periodo è di stagione, allora non vi resta che provare.

👉🏻 Cosa ti serve?

Ingredienti 📝

– tagliatelle di mais senza glutine

– 500 gr di zucca pulita e tagliata a cubetti

– 400 gr circa Funghi champignon surgelati o freschi

– panna vegetale di riso (per cucinare)

– 2 spicchi d’aglio piccoli

– rosmarino fresco q.b

– prezzemolo fresco q.b

– 1 dado vegetale

– sale e pepe nero q.b

– misticanza di fiori (aromi misti facoltativi)

– olio evo q.b

– PARMIGIANO DI MANDORLE 🌱VEGAN
🍴
zucca eliminando buccia e semi. Ricavatene 500gr e tagliatela a cubetti.

2. Per quanto riguarda i funghi, pulite anch’essi eliminando la parte più terrosa del gambo, sciacquateli molto velocemente sotto un getto di acqua fredda e asciugateli rapidamente in modo che non assorbano acqua. Tagliate poi i funghi a fettine sottili. Se usate quelli surgelati potete saltare questo passaggio.

3. In una padella larga o in wok, fate un soffritto con olio evo, aglio e rosmarino fresco tritati. Mescolate qualche istante, poi unite la zucca tagliata a cubetti con il dado e cuocete per circa 10 minuti con coperchio a fuoco medio, mescolando spesso. Se necessario aggiungere un filo d’acqua ma solitamente non è necessario poiché la zucca rilascia abbastanza in cottura. A questo punto aggiungete anche i funghi mescolando sempre di tanto in tanto.

4. Quando il condimento sarà morbido e cotto, aggiustatelo di sale e pepe nero e se lo desiderate aggiungete anche una spolverata di misticanza di fiori. Infine unite un po’ di panna di riso mescolando il tutto giusto un minuto.

5. Prendete le tagliatelle e cuocetele in acqua bollente per circa 12 minuti, finché non saranno al dente, e scolatele. Dopo di che versatele sulla padella e amalgamate bene tutti gli ingredienti.

6. Servite le tagliatelle con una spolverata di parmigiano di mandorle e qualche ciuffetto di prezzemolo fresco.

📒 Note

– Questo piatto è realizzabile anche in versione glutinata con delle tagliatelle di semola o di farro integrali.

– Per chi non conosce la “Misticanza di Fiori” allego qui sotto foto. Ho trovato questo mix di aromi (che poi io ho tritato nel bimby), al Naturasì e me ne sono innamorata, dona ai vostri piatti un gusto eccezionale, provare per credere. Sul tofu e le patate è qualcosa di fenomenale.

È a base di sale marino, aglio, rosa damascena, origano, basilico, aglio selvatico, rosmarino, timo, calendula, fiordaliso.

– 🌱The Happy Rabbit🐰 –

GRANITA AL CAFFÈ ☕️ 


La granita, si proprio lei, il “dolce” freddo al cucchiaio più gustato nelle stagioni calde. Adesso siamo a settembre è vero, ma la granita qui in Sicilia (sopratutto quella al caffè) è sempre ben apprezzata anche perché qui da me l’estate continuerà ancora per un bel po’. Nella zona del messinese, la granita al caffè è una delle piu’ richieste ed è perfetta se accompagnata con della panna montata e servita con la famosa brioche con il tuppo. Dalle mie parti non ci sono bar o pasticcerie vegan quindi è quasi impossibile gustare una granita che possa essere accompagnata sia dalla panna di soia che dalla brioche vegan. Per porre rimedio a ciò vi mostrerò quanto è facile è veloce gustarsi una deliosa colazione anche anche a casa propria.

👉🏻 Cosa ti serve?

Ingredienti 📝

– 400 gr circa caffè (lungo) della macchinetta

– 150 gr zucchero di canna integrale o di cocco
– 300 gr circa acqua minerale

– cubetti di ghiaccio q.b

– panna di soia montata

Per la brioche: BRIOCHE CON IL TUPPO SICILIANE VEGAN Vers. 2.0

🍴 Preparazione

1. Preparate il caffè, dolcificatelo e versartelo in un contenitore basso e largo. Adesso congelatelo per almeno 12h .

2. Per preparare la granita al caffè vi basterà dividere il composto congelato in pezzi e tritarli con il Bimby aggiungendo acqua e ghiaccio q.b .

3. Impostate prima velocità 8 per 15 secondi e poi altri 20 secondi a velocità 6, spatolando ogni tanto.

4. Servite la granita al caffè con della panna montata di soia e una brioche con il tuppo.

Granita al caffè ☕️🍧

📒 Note

– Per chi non possiede il bimby può tranquillamente utilizzare un frullatore potente.

– Per chi è intollerante o celiaco può sostituire la brioche con il tuppo da ricetta con un altra brioche classica da colazione senza glutine oppure se avete la fortuna (come me) di avere un laboratorio di pasticceria rigorosamente certificato gluten free chiedete se possono realizzare tale dolce in chiave vegan .

– 🌱The Happy Rabbit🐰 –